Sabato, 9 Novembre 2019

Incontro su: Leonardo poliedrico artista e sistemista

Nel 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, sono stati organizzati durante tutto l’anno da una miriade di istituzioni innumerevoli convegni, mostre, eventi e conferenze su questo genio del Rinascimento in Italia e nel Mondo, coprendo tutti i vari aspetti, risvolti e eredità vere e presunte nel mondo d’oggi della attività di questo grande uomo.

Su invito e suggerimento di diversi soci, anche il circolo ha voluto organizzare con Alberto una serata sul tema, cercando di suggerire, per quanto si possa fare in così poco tempo, una visione che evidenzi il personale approccio olistico, pratico e di costante ricerca che sta alle spalle del suo pensiero, dei suoi studi e delle sue opere, anticipando nel suo tempo i principi di moderne discipline tecniche. artistiche e scientifiche.

a cura di Alberto Capponi
Venerdì 22 Novembre 2019 - ore 20,45
c/o Sala Polifunzionale RSA Bellani
Via Lipari 7 – MONZA

leonardo-sistemista.jpg

Clicca qui per scaricare il poster PDF in alta definizione.

Martedì, 22 Ottobre 2019

Conferenza: Quando un libro valeva una casa

conferenza-sul-libro_boerci.jpg

Che il libro sia oggetto prezioso è, per tutto il medioevo, fuori discussione.
Frequente è il caso di nobili e sovrani che regalano libri ai monasteri pro remedio animae; molti dei libri „profani‟ – cioè di autori classici – che troviamo più tardi nelle biblioteche religiose probabilmente vi sono giunti per questa via, appartenendo in origine a biblioteche laiche.
Il dono di un libro, soprattutto di un libro di lusso, era dunque un segno di alta onorificenza, che
dava lustro tanto a chi lo riceveva, quanto a chi lo dava. Si trattava di un dono di rappresentanza, che diventava un sostituto della persona stessa che donava; per questo, nei codici miniati di maggior pregio il donatore faceva rappresentare se stesso, analogamente a quanto avveniva in raffigurazioni pittoriche nel caso di donazioni per la costruzione di edifici sacri. In seguito, con l’avvento della stampa, la dedica ad una persona dell’alta società o a un governante, che magari sponsorizzava l’opera era una prassi seguita da quasi tutti gli autori.
Del resto, il libro – in quanto portatore di scrittura – era un oggetto che segnava l‟appartenenza alla stretta cerchia degli alfabetizzati: chi possedeva libri, o chi poteva servirsene, partecipava a un sapere iniziatico dal quale era esclusa la maggioranza della popolazione, compresi molti delle classi sociali più alte.
Dare un libro, oppure riceverlo, era un suggello di questa appartenenza.

Di questo e di altro si parlerà nell’incontro di ottobre organizzato dal Circolo Numismatico Monzese.

Vi invitiamo dunque alla prossima conferenza a cura del nostro socio Maurizio Boerci, che si terrà

VENERDI’ 25 OTTOBRE alle ore 20.45 in via Lipari 7, Monza

presso la Sala Polifunzionale della RSA BELLANI

Scarica qui il poster della conferenza in formato pdf.

Venerdì, 4 Ottobre 2019

Articolo pubblicato sui nostri corsi di latino e greco 2019-20

Monzaoggi.com ha pubblicato un articolo sui nostri corsi di latino e greco