Venerdì, 21 Settembre 2018

Conferenza: Gli Umiliati in Brianza

Venerdì 26 ottobre alle 20.45

Maurizio Boerci ci presenterà “Gli Umiliati in Brianza“, ovvero racconterà della presenza sul nostro territorio di un Ordine Religioso fiorito, particolarmente anche a Monza, nei secoli della rinascita economica lombarda tra il 1000 e il 1500. Un Ordine composto da consacrati e laici, uomini e donne che, mettendo in patica la Regola “Ora et labora” accumularono una fortuna, divenendo una potenza che tragicamente venne a collidere con le esigenze della Controriforma caldeggiata da San Carlo Borromeo.

L’incontro si svolgerà nella Sala Polifunzionale della RSA Bellani, via Lipari 7, Monza

Domenica, 16 Settembre 2018

Corsi serali di lingua greca e latina 2018-2019

La civiltà greca e romana fondamenta della nostra cultura occidentale

classicstudies.jpg

Le lezioni si terranno nei giorni feriali dalle 20.00 alle 22.00 presso la sede in via Arnaldo da Brescia 10/a - Monza nella sede del Circolo c/o RSA Cambiaghi

Serata di presentazione dei corsi: venerdì 5 ottobre 2018, ore 20.00 in sede

per informazioni
email: segreteria@circolonumismaticomonzese.org
tel. 347.7720756 / 349.8759059

Giovedì, 21 Giugno 2018

Nuova sede del Circolo

Dopo diversi anni trascorsi in via Annoni, il Circolo Numismatico Monzese cambia sede e si trasferisce in

via Arnaldo da Brescia 10/A, sempre a Monza

ospite della Fondazione Bellani-Cambiaghi che ha offerto dei suoi spazi al nostro sodalizio.

Arrivederci a tutti i soci e frequentatori nella nuova ubicazione.

Giuseppe Chichi, maestro saggio e sapiente

Tutti lo chiamavano “maestro”, lui si scherniva definendosi “maestrucolo”, ma in realtà valeva più di un docente universitario, perché ha sempre insegnato ai bambini della Buonarroti e della De Amicis, mettendo in pratica la lezione del filosofo Wittgenstein, che alla cattedra universitaria preferì quella elementare.
Lo conobbi mentre si arrampicava lungo la scaletta segreta che dalla sacrestia del Duomo conduce alla Biblioteca Capitolare, fummo soci nel Circolo Numismatico ed ebbi l’onore di essere cooptato come traduttore, impresa ardua ma stimolante, delle numerose lapidi, manoscritti, manufatti inerenti il nostro Duomo, da lui meticolosamente catalogati e trascritti in una monumentale raccolta che spero possa essere pubblicata postuma.
Della sua “humanitas” e della sua “humilitas” altri hanno parlato e ne parleranno, qui mi preme ricordarlo come amico, dispensatore prima di fiducia e poi di saggezza, ma soprattutto di sapienza.

Antonio Sala